picchi pressione alta

Picchi Pressione Alta

Avere una crisi ipertensiva o dei picchi di pressione alta significa avere dei valori pressori:
> 180 mmHG pressione massima o sistolica
> 120 mmHG pressione minima o diastolica
I picchi pressori sono molto pericolosi perchè mettono sotto stress l’apparato cardiovascolare.
Cosa significa?
La pressione aumenta in tutti i vasi sanguigni. Lo stress esercitato nelle pareti può portare a una loro rottura o a uno sfiancamento che determina lo sviluppo di:

  • ictus
  • infarto
  • problematiche renali gravi
  • emorragie retiniche

Questo è quello che deve essere evitato e di cui tutti gli ipertesi hanno paura.picchi pressione alta

Ipertensione arteriosa notturna

È importante fare una distinzione tra i picchi di pressione alta diurni e quelli notturni, che sono i più pericolosi e vengono molto spesso trascurati. Infatti avere la pressione alta di notte è più pericoloso che averla alta di giorno e avere un picco pressorio improvviso di notte può portare ad un aumento della probabilità di incorrere in eventi cardiovascolari come l’infarto e l’ictus.

Picchi pressori cause

I picchi pressori possono essere dovuti a molte cause, alcune di esse sono:

  • Uno stile di vita sbagliato,
  • Una terapia farmacologica scorretta,
  • Tensioni emotive, stress,
  • Mangiare cibi che per esempio contengono tiramina (es.formaggi),
  • Sforzi fisici intensi

Picchi pressori sintomi

L’aumento improvviso di pressione spesso rimane asintomatico (privo di sintomi) , mentre a volte si può manifestare con:

  • Forte mal di testa
  • Affanno
  • Vertigini
  • Nausea e vomito
  • Sudorazione fredda
  • Acufeni
  • Tachicardia

Picco di pressione alta cosa fare

Ci sono dei casi in cui il paziente è asintomatico e si accorge dei picchi di pressione alta solo misurando la pressione.
Si parla di emergenza ipertensiva quando sono presenti nel paziente delle problematiche cardiache o renali sottostanti che in presenza di picchi pressori superiori a 180/120 mmhg possono far sviluppare delle gravi complicanze. In questi casi occorre ridurre la pressione rapidamente con i farmaci antipertensivi per via orale o per via endovenosa.
Terminato il picco di pressione alta, cosa occorre fare? E’ necessario indagare le cause e verificare che il paziente non compia errori che potenzialmente potrebbero provocare dei forti rialzi pressori.
E’ anche molto importante prevenire le crisi ipertensive, poiché, oltre ai possibili danni fisici, ogni volta provocano un forte sofferenza psicologica per la persona. Vivere con la paura in attesa della successiva crisi ipertensiva induce un forte stress.
Prevenire le crisi ipertensive è quindi fondamentale sia per la salute fisica sia psicologica degli ipertesi e questo è possibile:

  • analizzando accuratamente ogni singolo caso,
  • individuando i possibili errori,
  • attuando una strategia antipertensiva a 360° personalizzata

A volte anche i pazienti ipertesi già in trattamento farmacologico presentano ugualemente i picchi di pressione alta. Il paziente in questi casi si sente proprio perso, perché crede che quello sia l’unico trattamento disponibile e al contempo è consapevole che la sua terapia non è efficace al 100%.
Per questo motivo è necessaria una strategia che preveda un trattamento a 360° per trattare tutti i fattori che aumentano la pressione, come:

  • lo stress e l’ansia,
  • l’alimentazione scorretta,
  • l’attività fisica ridotta o scorretta,
  • le apnee notturne, etc

Quindi non più una semplice cura farmacologica e stop, ma occorre un metodo che preveda un trattamento a 360° e soprattutto personalizzato.

Molte informazioni sui picchi di pressione alta puoi trovarle sul libro del Dr. Raggi “Come curare la pressione alta” . Puoi ordinarlo su Amazon direttamente cliccando qui.

Dove siamo

TERNI – via Primo Maggio 65
PERUGIA- S. Martino In Campo – Via Donatella 12
LATINA – Via Carrara, 38A

Social media

Ipertensione

Questo sito si attiene alle Linee guida sulla pubblicità dell’informazione sanitaria presenti sul sito della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

Tutto il materiale contenuto in questo sito, incluse fotografie, video, immagini, illustrazioni e testi è protetto da © copyright. Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.

© 2020 Dr. Francesco Raggi - Medico Chirurgo, specialista in Igiene e Medicina Preventiva. Università degli Studi di Perugia - Anno di Laurea 2001- Ordine Medici di Terni n° 2070 - P. IVA 01368300552
Designed by Dianys Holding - realizare site web

392 940 37 60